Blu di Metilene

Il Metiltioninio cloruro, detto anche Blu di Metilene, è un composto organico utilizzato in acquariologia contro le malattie dovute a protozoi, a funghi e a flagellati.

Si presenta a temperatura ambiente come una polvere verde, ma sciolta in acqua diventa di un blu intenso.

Il Blu di Metilene, formula chimica C16H18ClN3S.xH2O,  viene usato anche come indicatore redox in sistemi biologici.
Blu di metilene

Viene utilizzato come antidoto in caso di avvelenamenti da cianuro, nitrati o coloranti a base di anilina.

Assunto oralmente agisce come blando disinfettante delle vie urinarie, ma provoca urina e lingua blu fino a completa eliminazione urinaria del farmaco. Può essere usato topicamente sulla mucosa orale per prevenire infezioni batteriche in caso di afte.

Ha una tossicità limitata sull’uomo. Anche alle dosi più elevate (fino a 2 g di estratto secco) non si sono verificati casi di mortalità.

 Il BdM viene assorbito dal tratto gastrointestinale ed il 75% della dose somministrata viene escreto nelle urine, 22% come sostanza immodificata e 78% come forma leuco.

BLU DI METILENE: USO IN CAMPO ACQUARIOLOGICO

Può essere impiegato terapeuticamente contro protozoi (Ichthyo, Oodinium), vermi della pelle e delle branchie (Gyrodactylus e Dactilogyrus), micosi esterne (es. Saprolegniosi) e ciliati come la Trichodina e la Chilodonella

Uno degli usi principali negli allevamenti ittici è la riduzione della diffusione di infezioni batteriche e fungine nelle uova di pesce (Saprolegniosi delle uova). L’efficacia anti batterica del BdM è risultata essere più elevata per i batteri gram-positivi rispetto ai batteri gram-negativi.

L’azione terapeutica del BdM sui batteri e altri parassiti è probabilmente dovuto al suo legame con le strutture citoplasmatiche all’interno della cellula e anche la sua interferenza con i processi di ossidoriduzione.

Il Bdm possiede inoltre ulteriori funzioni:

– Aiuta i pesci a respirare in caso di innalzamento del livello di nitriti in quanto converte la metaemoglobina in emoglobina utile, invertendo gli effetti nocivi di nitriti e anche dell’esposizione al cianuro.

– Le proprietà del farmaco, come un trasportatore di ossigeno, aiutano a mantenere alta la concentrazione di ossigeno in acqua. In considerazione di quanto sopra, l’applicazione più utile per il BdM è durante il trasporto delle Koi.

– E’ anche utile nel ridurre la penetrazione della luce nell’acqua.

Il Blu di metilene può essere tranquillamente mescolato o aggiunto ad altri composti medicinali per un bagno terapeutico, in quanto mantiene la sua efficacia.

E’ anche molto efficace se usato come parte di un “bagno di medicazione” per il trattamento di ammoniaca, nitriti e avvelenamento da cianuro, nonché per il trattamento topico ed interno di pesci feriti o malati.

Il trattamento consisteva in un dosaggio da 1 a 3 mg/l di BdM da replicare per tre volte anche se i dosaggi precisi non sono realmente necessari, poichè il BdM è sicuro ed efficace in un ampio intervallo di concentrazioni. La maggior parte dei commercianti addirittura consiglia di usarne una quantità che colora l’acqua di blu intenso.

EFFETTI INDESIDERATI

Può essere adsorbito dai carboni attivi e dai materiali porosi in genere (rocce, arredi, coralli, lana di perlon ecc.). Può colorare permanentemente il silicone sigillante di acquari, le reti e le tubazioni in silicone. Non è quindi utile come disinfettante per le reti e/o attrezzature.

Il BdM è tossico per le piante del laghetto/acquario e non deve essere utilizzato per l’esposizione prolungata, o in bagno permanente, poichè può finire per uccidere i batteri benefici.

La sua efficacia è ridotta in presenza di sostanze organiche sospese o disciolte in acqua.

Il BdM si acquista in farmacia e si conserva in recipienti ben chiusi, ambiente secco e temperatura ambiente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.