Diflubenzuron (Dimilin ®)

Il Diflubenzuron,  è una molecola della categoria dei Chitinoinibitori estremamente efficace contro l’Argulus e la Lernea, conosciuti anche come il pidocchio dei pesci e il verme ancora.

AZIONE DEL DIFLUBENZURON

Questi due comuni parassiti delle Koi sono dotati di esoscheletro, ovvero hanno il loro scheletro sull’esterno del corpo che cresce man mano che essi crescono, come i crostacei.

Il Diflubenzuron agisce interferendo con lo sviluppo dell’esoscheletro e più precisamente col processo di sintesi della chitina che lo costituisce, causandone malformazioni letali.

In relazione però al suo meccanismo d’azione, non tossicologico, ma enzimo-metabolico, l’effetto del Diflubenzuron non sarà mai immediato, ma comincerà a rendersi visibile dopo qualche giorno.

Ma proprio grazie al tipo di azione esplicata, che è di natura chimico fisica, è improbabile che questi parassiti sviluppino una qualche forma di resistenza.

PERSISTENZA E ACCUMULO

Il Diflubenzuron viene degradato – metabolizzato abbastanza rapidamente, avendo un tempo di dimezzamento di 6-7 giorni in acqua. La mancanza di residui dopo alcune settimane, fa ritenere una sua completa degradazione e, quindi, una notevolissima compatibilità ecologica.

TOSSICOLOGIA

Il Diflubenzuron, dato il suo particolare meccanismo di azione (inibizione di una chitinateasi presente solo negli insetti) è praticamente atossico nei riguardi dei mammiferi, anfibi, molluschi, vermi e fauna plactonica.

I pesci non hanno dimostrato alcun danno per applicazioni del Diflubenzuron fino a 75 mg per litro. E’ assolutamente innocuo per la biologia del filtro e del laghetto.

FORMULAZIONI COMMERCIALI

DIMILIN®.

Un prodotto a base di questa molecola, utilizzabile con le Koi, è un fitofarmaco commercializzato col nome di Dimilin®.Diflubenzuron

La dose da impiegare nella formulazione di prodotto “25% Dimilin polvere bagnabile” è 1 grammo per 1000 litri.

Se la formulazione di principio attivo nel prodotto comperato è diversa va riformulato il dosaggio considerando come raccomandata la dose di p.a. pari a 0,26 mg/litro

Il trattamento è da ripetere dopo 10 giorni.

Per le sue proprietà il Dimilin è da preferire al Nevugon, molecola potente ma la cui dose di utilizzo è molto, troppo vicina a quella letale per le koi.

FLUBEX®

Come alternativa contenente il Diflubenzuron, è stato provato dal koi keeper Enzo Pezzobon, il prodotto commerciale Flubex® della ditta SEPRAN.

Il prodotto, di facile reperibilità, viene venduto come larvicida antizanzare, in in compresse effervescenti o polvere, da utilizzare come  insetticida per la lotta localizzata su focolai di larve e pupe di zanzare e e chironomidi, per uso domestico, civile e industriale.

Enzo lo ha usato nel dosaggio di 1 pastiglia/200 lt, senza rilevare alcun effetto collaterale a pesci o piante del laghetto.

Poichè una pastiglia pesa 2 g ed il suo contenuto attivo è pari al 2% (2g di principio attivo per ogni 100 grammi di prodotto) la dose somministrata da Enzo corrisponde ad un dosaggio di 40 mg/lt.

Questo ci rassicura sia dal punto di vista tossicologico in quanto la dose è enormemente superiore alla dose terapeutica referenziata in letteratura, sia dal punto di vista del costo del trattamento qualora si volesse operare sull’intero pond non volendo pescare singolarmente le koi per un bagno terapeutico esterno.

MOLECOLA ALTERNATIVA

In alternativa si può usare la molecola cugina Lufenuron che potete approfondire nel suo articolo.

 

 

letteratura: Koi Health and Disease”  – Erik L. Johnson, DVM  ;Advanced Koi Care”  –  Nicholas Saint-Erne ; Diseases of carp and other cyprinid fishes” – D. Hoole , D. Bucke

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.