Iniezione : come eseguirla correttamente in una Koi

Per effettuare correttamente la somministrazione di farmaci per iniezione, questa è la procedura corretta.

Attenzione !!!!  Anche se la procedura è abbastanza semplice, non improvvisatevi veterinari. E’ sempre possibile fare del male o uccidere i pesci se l’iniezione non è fatta correttamente da personale qualificato.

INIEZIONE DESCRIZIONE

Esistono tre siti di vie iniettive su una Koi; Intraperitoneale (IP), intramuscolare (IM), e per via endovenosa (IV).

IP è la metodologia più comunemente usata ed è il metodo più efficace. Antibiotici o vaccini iniettati nella cavità peritoneale sono assorbiti nel sistema del pesce lentamente, al contrario di farmaci per via orale che per lo più passano direttamente attraverso l’intestino.

IM è la seconda scelta per l’iniezione e viene utilizzato se la Koi ha ulcere profonde nel corpo. Qualsiasi farmaco iniettato nella cavità peritoneale in un pesce di questa condizione potrebbe defluire attraverso l’ulcera. Un possibile difetto dell’ IM è che il tessuto muscolare del pesce subirà una contrazione e potrebbe forzare una parte del liquido iniettato a fuoriuscire di nuovo dal foro di iniezione. Il metodo sIM a volte può lasciare lividi visibili del trauma al tessuto muscolare.

IV – Anche se ho visto le foto di iniezioni eseguite con il metodo IV, in realtà è la più difficile dovendo prendere la vena che attraversa il centro del corpo del pesce. Si usa di solito con pesci molto grossi e con anestesie profonde.

DIREZIONE INIEZIONI

L’iniezione IP è effettuata iniettando nell’addome con un angolo di 45 gradi tra la pinna caudale e il foro anale. La punta dell’ago è rivolta verso la testa del pesce ed entra ad una distanza di circa 2/3 dal foro anale, e a 1/3 dalla pinna caudale (vedi disegno 1).

L’ago viene inserito in modo deciso e veloce come veloce è il ritiro.

Si potrebbe trovare qualche resistenza dalla Cartilagine posta sotto la superficie della pelle.

Se il pesce è di grandi dimensioni, la Cartilagine sarà difficile da penetrare, ed è possibile inserire l’ago leggermente su un lato della linea centrale. Difficilmente si potrà evitare di colpire una scaglia ma essa ricrescerà in caso di perdita della stessa e dal momento che si sta iniettando nella parte inferiore del pesce, qualsiasi danno temporaneo non sarà visibile.

La bellezza dell’iniezione IP eseguita sotto sedazione è che il pesce non potrà agitarsi. E non potrà accadere di lacerare un organo, poiché con il pesce rilassato e a testa in giù, gli organi tendono a stabilizzarsi verso il basso.

Se accadesse di pungere inavvertitamente un organo, con l’ago sottile spinto dentro e tirato fuori pulito, non ci sarà nessun pericolo.

L’iniezione intramuscolare IM viene eseguita con angolo ago e direzione simili, ma è nel tessuto muscolare e lungo il lato della pinna dorsale (vedi disegno 2).

Con una iniezione muscolare, è necessario tenere l’ago nel tessuto muscolare e premere lo stantuffo e muovere leggermente l’ago come per disegnare con l’ago dando spazio al fluido per entrare.

Anche per questo motivo, l’ago deve essere inserito più in profondità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.