età delle koi

Età delle Koi: la classificazione giapponese

Purtroppo riguardo alla classificazione delle età delle Koi, con mio grande dispiacere, persiste una enorme confusione.

Principalmente, si tratta di un utilizzo scorretto della nomenclatura giapponese che parte proprio dalla scarsa conoscenza di questa lingua.

Spesso però è anche da una classificazione “volutamente ritoccata” per fare sembrare le Koi più giovani di quello che in realtà siano.

È indispensabile perciò che tutti, partendo dai professionisti del settore, si rendano conto dell’importanza di un corretto utilizzo della classificazione ufficiale giapponese dell’età delle koi.

Lo schema sotto riportato è tratto dalla rivista ZNA Nichirin, quindi da ritenersi assolutamente autorevole ed inconfutabile.

Se tutti cominciassimo ad utilizzare correttamente questa terminologia, sarebbe facile farla diventare ” di uso comune” e di semplice comprensione.

Faccio una premessa: in circostanze normali, le koi si riproducono una volta all’anno e il periodo della deposizione va dai primi di Maggio fino quasi alla fine di Giugno con qualche leggera variazione in base alla zona climatica.

Ad esempio, nella mia Koi Farm, tutte le deposizioni avvengono a partire dalla metà di Maggio fino alla fine del mese di Giugno.

Queste Koi di circa 8 mesi, hanno trascorso quasi la metà della loro vita in letargo invernale.

Secondo la nomenclatura ufficiale, potremmo definirle Tosai poiché non hanno ancora compiuto un anno di età ma, ad essere più precisi, dovremmo chiamarle “ake nisai” letteralmente, “all’alba dei due anni“!

Quindi si tratta di koi che hanno quasi COMPIUTO un anno di età.

Le mie koi vengono messe in vendita SOLAMENTE a partire dalla prima Domenica di Aprile dell’anno successivo a quello di nascita, dopo aver superato il loro primo inverno sotto il ghiaccio.

Al momento della vendita, all’inizio di Aprile, hanno tra i 10 e gli 11 mesi, e misurano 15/20 cm circa e siccome non hanno ancora compiuto l’anno di età, possono essere chiamate tosai oppure, come abbiamo già detto, ake nisai.

Ci tengo particolarmente a specificare questi dati poiché troppo spesso, durante i mesi estivi ed autunnali, mi capita di vedere molte koi di importazione che vengono commercializzate come Tosai ma che, per ovvi motivi anagrafici, hanno già abbondantemente compiuto un anno e quindi sono Nisai.
Tutto ciò trasmette inevitabilmente un messaggio errato ed ingannevole!

Quindi concludendo:

La parola Nisai NON significa “koi di due anni” ma ” koi che sta vivendo il suo secondo anno di vita”!!!!

Così come il termine Sansai indica una koi che ha già compiuto due anni e che è entrata nel suo terzo anno di vita!

  • author's avatar

    By: Luca Ceredi

    Luca Ceredi è laureato in Scienze ambientali, indirizzo marino biotico, presso la facoltà di Ravenna. Presso la sua Koi Farm, a Borello di Cesena, produce ogni anno circa 500 Tosai di differenti varietà.
    Negli ultimi anni, grazie ad un meticoloso lavoro di selezione e di studio delle principali linee di sangue giapponesi, è riuscito ad ottenere un notevole incremento della qualità delle Koi nate presso la Koi Farm, sia sotto l’aspetto del genotipo che del fenotipo.

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    See all this author’s posts

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.